SPEDIZIONE GRATUITA PER ORDINI SUPERIORI A 100€ ED IN TUTTA LA VAL DI FIEMME

Canederli “rostidi” in insalata

Tra i piatti più gustosi e rappresentativi della cucina Trentina ci sono i canederli, la cui storia è avvolta da un’aura di mistero.
In origine, i canederli nacquero come piatto per riutilizzare gli avanzi; la ricetta consisteva in polpette di pane raffermo tagliato a cubetti, amalgamato con latte o acqua e uova.
La provenienza rimane ancora un mistero, ci sono correnti di pensiero che parlano di un’origine tedesca altri parlano di un’influenza italiana in particolare del Südtirol.
In questa ricetta te li proponiamo in un modo alternativo ovvero con pomodorini, cappuccio bianco e Trentingrana.

Pronti da gustare

Canederli “rostidi” in insalata

Tra i piatti più gustosi e rappresentativi della cucina Trentina ci sono i canederli, la cui storia è avvolta da un’aura di mistero.
In origine, i canederli nacquero come piatto per riutilizzare gli avanzi; la ricetta consisteva in polpette di pane raffermo tagliato a cubetti, amalgamato con latte o acqua e uova.
La provenienza rimane ancora un mistero, ci sono correnti di pensiero che parlano di un’origine tedesca altri parlano di un’influenza italiana in particolare del Südtirol.
In questa ricetta te li proponiamo in un modo alternativo ovvero con pomodorini, cappuccio bianco e Trentingrana.

Tempo

5 minuti

Difficoltà

semplice

Persone

2

Preparazione

Taglia finemente il cavolo cappuccio e condiscilo a piacere con olio, sale e pepe. Taglia i nostri canederli a spicchi (o a fette) e falli rosolare in un tegame per circa 3 minuti con un filo d’olio d’oliva. Servi i canederli su un letto di cavolo cappuccio e guarnisci con dei pomodorini e scaglie di Trentingrana.

Con i nostri canederli hai la possibilità di creare ricette come questa in poco tempo e con il massimo risultato!

Ingredienti

200 gr Cavolo Cappuccio Bianco

8 Pomodorini

q.b. Trentingrana